Clicca sul logo -->

                                                                         per tornare alla homepage

 

 

Biblioteca di Valgreghentino

24 marzo 2012

 

 

CLICCA QUI per tornare all'inizio pagina

 

 

Associazione Santa Maria la Vite

“Giuditta Podestà”

                                                              

 

 

 

CONVEGNO

L’Europa di Giuditta Podestà fra mito, immaginario e letteratura

21 maggio 2011

 

Lo scorso sabato 21 maggio, con la partecipazione di alcuni degli autori del saggio critico “L’ottimismo della conchiglia”, il Convento di Santa Maria la Vite ha ospitato il primo convegno dedicato a Giuditta Podestà, la proprietaria del Convento alla quale si deve il suo restauro e la fondazione del Ceislo (Centro internazionale di studi lombardi) che ha portato a Olginate, dal 1983 al 2002, docenti e studenti delle scuole e delle università di tutto il mondo.

 

 

Il pretesto per l’organizzazione del convegno è stata la recentissima pubblicazione, a cura della FrancoAngeli di Milano, del saggio critico “L’ottimismo della conchiglia” curato da Giuseppe Leone; un saggio che ci restituisce un’intellettuale di grande spessore che ha contribuito ad affermare la letteratura comparata in Italia e che ha anticipato molte delle tematiche e problematiche legate all’Europa.

 

L' ottimismo della conchiglia. Il pensiero e l'opera di Giuditta Podestà fra comparatismo e europeismo

 

Giuditta Podestà (1921-2005) è stata critico comparatista e docente di letteratura comparata in varie università europee ed estere, nonché fondatrice di scuole di italianistica in vari paesi europei e del Ceislo il Centro internazionale di studi lombardi la cui eredità culturale è stata raccolta dall’associazione Santa Maria la Vite Giuditta Podestà e dal Melabò.

 

*****

                  

                      Foto 1                                                 Foto 2                                    Foto 3

 

Nelle foto: alcuni momenti del Convegno

 

Foto 1: accanto a  Giuseppe Leone (al centro), curatore del saggio critico, e a Roberto Zambonini (a destra), presidente del Melabò, il professor Luciano Malusa, docente di Filosofia presso l’Università di Genova e presidente dell’Associazione Filosofica Ligure.

 

Foto 2: il professor Luigi Cattanei, storico, saggista e critico, accademico dell’Ateneo di Brescia.

 

Foto 3: il giovane olginatese Ramon Lungaroni recentemente laureatosi a Milano in Scienze dei beni culturali con la tesi “Gli affreschi tardogotici in Santa Maria la Vite a Olginate(relatore: Dott.ssa Fiorella Frisoni).

 

 

L' ottimismo della conchiglia. Il pensiero e l'opera di Giuditta Podestà fra comparatismo e europeismo

 

L’ottimismo della conchiglia

Il pensiero e l’opera di Giuditta Podestà, fra comparatismo e europeismo

 

Il volume, curato da Giuseppe Leone, è scritto a più mani da autori che, per lo più, le furono amici o colleghi durante i lunghi anni d’insegnamento in Italia e all’estero (Luciano Malusa, Luigi Cattanei, Paola Ruminelli, Luigi Vittorio Ferraris, Maryse Jeuland-Meynaud, Dieter Rügge, Nunziapia Castellano Canevara, Nicoletta Lavaselli Ferrero, Roberto Zambonini, Stefano Curci, Stefania Zanardi), i quali, in vario modo e con competenze disciplinari diverse, ne hanno tracciato un ritratto esaustivo e completo, fino a  far emergere la figura di un’intellettuale moderna, alle prese con la nuova realtà dell’Europa Unita, convinta che non vi possa essere unificazione politica senza prima un’integrazione fra i popoli favorita dallo studio e dalla diffusione della letteratura comparata.

 

 

 

CLICCA QUI per tornare all'inizio pagina